Il dolce sollievo della scomparsa di Sarah Braunstein


«Era suo dovere essere felice. Era suo dovere essere curiosa ma non troppo, era suo dovere essere graziosa. Capiva che si poteva essere troppo curiose ma non troppo graziose».

IL LIBRO
Un noir psicologico costruito intorno alla scomparsa di Leonora, una ragazzina ubbidiente e «preziosa» della quale un giorno, di ritorno da scuola, misteriosamente si perde ogni traccia. Forse Leonora ha infranto la regola più importante, ha rivolto la parola a uno sconosciuto.
Accanto alla sua storia scorrono i destini di altri personaggi, immersi in un tempo sospeso che fluttua tra presente e passato. Paul fugge da una madre assente con l’ossessione di diventare una modella e si ritrova a fare il vagabondo; Thomas, infermiere in una clinica per aborti, è ossessionato da Goldie, la spia dalla finestra, non fa che pensare a lei; e poi Sam, che da bambino è scampato miracolosamente a un incidente provocato dalla madre; Louise, che si è andata a schiantare in macchina contro un treno uccidendo tutta la famiglia; Judith, una ragazza dall’animo scuro che sposa Sam, ha una figlia, ma non riesce a soffocare la sua indole ribelle che la fa sentire imprigionata in una normalità che le ha rubato i sogni.
Anime disorientate, attratte dalla trasgressione e affamate di libertà, esistenze riflesse nello sguardo smarrito di Leonora che fa capolino dai manifesti che ne denunciano la scomparsa.

Titolo: Il dolce sollievo della scomparsa
Autore: Sarah Braunstein
Editore: 66th and 2nd
Collana: Bookclub
Prezzo: € 16.0
Data di Pubblicazione: Novembre 2012
ISBN: 8896538319
ISBN-13: 9788896538319
Pagine: 352
Reparto: Gialli

L’AUTRICE
Sarah Braunstein è una delle voci più interessanti della nuova narrativa americana. Nata nel 1976 e cresciuta nel Connecticut, attualmente vive a Portland, Maine, insegna alla Harvard University Extension School, allo Stanford University Online Writer’s Studio e alla University of Southern Maine.
Con il suo romanzo d’esordio, Il dolce sollievo della scomparsa, è entrata nella lista dei cinque migliori scrittori americani under 35 stilata dalla National Book Foundation. Il romanzo è inoltre stato finalista al Flaherty-Dunnan First Novel Prize nel 2011 e si è aggiudicato il Maine Literary Award nel 2012.
Sarah Braunstein collabora stabilmente con il «Maine Magazine» ed è autrice (insieme a Michael Barakiva e Amy Boyce Holtcamp) del testo teatrale String Theory: Three Greek Myths Woven Together, portato in scena con successo a New York.
«Un romanzo straordinario, avvincente». O, The Oprah Magazine
«Non ho mai letto un libro che trattasse i suoi personaggi con una tale selvaggia compassione […] Mi sono sentito moralmente ispirato da questo libro». Salvatore Scibona, autore di La fine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *