Il destino, forse di Gabriele Damiani


Il destino, forse
pagina 69

contando sul fisico vistoso; facendo cioè leva sulla stazza robusta e parecchio sviluppata in altezza. Sopperiva in definitiva alle carenze psicologiche e caratteriali con la presenza scenica e i modi trucidi, non certo ricorrendo a vocaboli raffinati.
«Non ci credi?», domandò spavaldo.
«A cosa dovrei credere?».
«Al grosso favore che ti ho fatto».
«Mi hai fatto un favore?».
«Sì», rintuzzò, «e grosso».
«Quale?».
«Lasciamo perdere, è meglio». Eh, mi sa proprio.
Puntò un’altra volta l’indice verso il direttore del personale. «Il dottor Iorio mi è testimone».
Iorio riattaccò con i comici dondolii del capoccione e delle spalle. Il sorrisetto imbarazzato lo interpretai così: “Ma no, ma no, non so niente io”.
Caspita, a chi dovevo credere?
Zobel si tolse la pipa spenta dalla bocca e protese il busto nella mia direzione. «Io so perfettamente perché sei venuto».
Pure onnisciente, mo’. Il delirio di onnipotenza, a quell’uomo, gliene combinava di scherzi.
«Ma va’».
«Vuoi scommettere?».
«No, non voglio scommettere», risposi dispettoso. «Tu però dimmelo lo stesso perché sono venuto. Se ci azzecchi ti pago una cena alle Tre Marie».
«Ci sto».
«Ma se sbagli…». «Se sbaglio…?». «Me la paghi tu». «D’accordo, ci sto».
«Il dottor Iorio farà da arbitro», dissi. «Da testimone e da arbitro». Recalcitrante, la crapa di Iorio da principio tentennò. Infine, l’impavido cuor di leone, arrendendosi, si strinse nelle spalle.
«Forse», gli chiesi, «è per lei una responsabilità troppo grande?». «No, no. Non penso… almeno».

69

Titolo: Il destino, forse
Autore: Gabriele Damiani
Editore: Autodafé
Data di Pubblicazione: 2010
ISBN: 8897044034
Prezzo: € 15.00
ISBN-13: 9788897044031
Pagine: 160
Reparto: Narrativa > Thriller

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *