Pagina69: Il condominio di James G. Ballard


Il condominio
pagina 69

…una videocamera e filmavano con cura la scena sottostante, seguendo Wilder che saliva verso di loro.
Lasciando che completassero i loro cinegiornali privati di dubbi e qualità, Wilder spinse i battenti della porta e si affacciò alla galleria dei negozi. Centinaia di condomini si stavano strattonando, tirando e spingendo fra le rastrelliere cariche di bottiglie di vino, gli scaffali dei detersivi e i carrelli del supermarket legati insieme in un reticolato di metallo cromato. Le voci cariche di rabbia si alzavano sopra il ronzio dei registratori di cassa. Nel contempo, mentre quei tafferugli erano in pieno svolgimento, una quantità di signore, sedute in fila sotto i caschi del parrucchiere, leggeva tranquillamente le riviste. Nella banca, i due cassieri del servizio serale contavano imperturbabili le loro banconote.
Rinunciando a qualsiasi tentativo di attraversare la galleria, Wilder svoltò nella piscina deserta. Il livello dell’acqua era sotto la norma di almeno venti centimetri, come se qualcuno stesse rubando quel liquido giallognolo. Wilder fece il giro della vasca. Nel mezzo galleggiava una bot¬tiglia di vino vuota, attorniata da una broda di pacchetti di sigarette e mozziconi mezzo disfatti. Sotto i trampolini galleggiava mollemente nell’acqua un giornale, e il suo titolo vacillante sembrava un messaggio da un altro mondo.
Nell’atrio del decimo piano, una folla di inquilini premeva con impazienza contro le porte degli ascensori, le braccia cariche di scatoloni di liquori e stuzzichini, la materia prima per gli aggressivi festeggiamenti della serata. Wilder tornò alle scale. Da qualche parte sopra di lui quei passeggeri sarebbero usciti dagli ascensori, offrendogli la possibilità di entrare. Saliva gli scalini a due a due. Le scale erano deserte: più si saliva nell’edificio e più gli inquilini erano riluttanti a usare le scale, come se la cosa, in qualche maniera, li sminuisse. Mentre procedeva veloce, Wilder guardava di sfuggita dalle finestre il parcheggio, che spariva pian piano dalla sua vista. Il lon¬tano braccio del fiume si allungava verso il profilo ormai quasi nero della città, come una freccia indicante un mondo dimenticato. Quando svoltò nell’ultima rampa di scale prima del quattordicesimo piano, facendosi strada fra le lattine e i pacchetti di sigarette gettati, qualcosa si mosse sopra di lui. Wilder si fermò e guardò su, con i …

69

Titolo: Il condominio
Autore: James G. Ballard
Prezzo copertina: € 9.00
Editore: Feltrinelli
Collana: Universale economica
Edizione: 11
Traduttore: Lagorio P.
Data di Pubblicazione: luglio 2014
EAN: 9788807884894
ISBN: 8807884895
Pagine: 189

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.