iD-Cirque Éloize


ID Cirque EloizeA cura di Alberto Figliolia

Un circo e più che un circo. Street art e acrobazie, break dance e urban bike, musica, trampoli, evoluzioni e hip hop. Arte circense “oltre il linguaggio universale del circo”. Energia artistica pura, commistione di linguaggi e culture, la creatività del corpo esplicata in ogni modo. Classico e sorprendente il Cirque Éloize si presenta ai milanesi – “Hard to describe, but it’s easy to like!” – nella prestigiosa sede degli Arcimboldi: qui presenterà tutte le sue meraviglie, invenzioni e  protagonisti che ne fanno la fortuna, che siano ballerini o artisti di formazione circense, tutti in ogni caso provvisti di un talento enorme e anche di più talenti. L’intreccio è oltremodo suggestivo e fascinoso: vedere per credere.
ID il titolo della pluriperformance. ID, come iDentity o iDentità, quasi una dichiarazione programmatica per raccontare le molteplici facce della civiltà contemporanea, metropolitano e underground che si mescolano con la tradizione. “Acts pulsanti di vita ed energia. Sedici artisti in scena, dodici discipline circensi e tanta cultura urbana, per raccontare una storia ambientata nel cuore di una città futuristica pensata come crocevia tra fumetti, film di fantascienza e l’universo dei graffiti”.
CirqueEloize_iD_JumpRope23Dopo la tappa milanese, che si svolgerà dal 9 al 12 gennaio, lo show si sposterà, dal 15 al 19 gennaio, al Teatro Rossetti di Trieste. Vale la pena di riportare uno stralcio dalle note del Direttore Artistico del Cirque Éloize, Jeannot Painchaud: “Al Cirque Éloize abbiamo sempre creato i nostri spettacoli grazie all’incontro tra artisti dai diversi orizzonti creativi, favorendo da sempre un approccio artistico multidisciplinare, arricchito dall’internazionalità del cast. […] Ho inventato questo mondo nel cuore di una città in cui le immagini onnipresenti fanno perdere ogni punto di riferimento. […] Una musica elettronica rock e poetica si incontra con un sapiente uso di immagini video, valorizzando in maniera inequivocabile la giocosità, l’energia, l’aspetto metropolitano e la freschezza che caratterizzano tutto lo spettacolo. Nel centro di questa città si trova un luogo pubblico, un angolo in cui è possibile rifugiarsi o fuggire dall’anonimato, per esprimere la propria individualità e affermare l’identità del singolo, per reclamare il possesso degli spazi pubblici ballando con la CirqueEloize_ID_RoueCyr2città. Un posto dove incontrarsi, un luogo di passaggio, un quartiere in cui i clan si sfidano. Dove si intessono amicizie. Dove l’amore nasce e si dissolve. Sono fiero di invitare tutti voi ad unirvi a questa nuova avventura”. La città non come luogo di snaturamento e solitudine, bensì come topos dell’incontro e modello di convivenza da cui far germinare il bello
Perché Cirque Éloize? “Éloize è una parola originaria delle Îles-de-la-Madeleine, in Québec, il cui significato è Lampi di caldo all’orizzonte. È questa l’immagine che ha ispirato i sette membri fondatori del Cirque Éloize: lampi che simboleggiano il calore e l’energia che alimentano lo spirito della compagnia. […] Avvalendosi del grande talento multidisciplinare dei propri artisti, il Cirque Éloize esprime la sua natura innovatrice attraverso la teatralità e l’umanità, rompendo gli schemi in modo assolutamente nuovo, combinando le arti circensi con la musica la danza e il teatro”.
CirqueEloize_iD_TrialBike1Con le sue sette produzioni all’attivo il Cirque Éloize ha effettuato all’incirca quattromila performances in oltre quattrocento città di trentaquattro diversi Paesi. Nel segno dell’universalità, senza barriere né confini, sventolando la bandiera dell’impegno artistico: virtuosismo senza narcisismo, un’interpretazione divertita e più che intelligente, geniale oseremmo dire, del mondo nelle sue multiformi espressioni, in un gioco creativo in cui si esprime il meglio dell’essere umano. “Oltre alle performances itineranti, il Cirque Éloize ha sviluppato dei concept personalizzati per eventi speciali internazionali. Dal 2004 il quartier generale e il laboratorio creativo del Cirque Éloize hanno sede nella stazione di Dalhousie, edificio storico nel cuore della vecchia Montréal, che, nel 1886, fu stazione di partenza del primo treno per Vancouver e oggi è luogo in cui l’ispirazione artistica della compagnia prende forma concreta. Uno spazio che impiega ad oggi oltre cento persone suddivise in diversi progetti, le cui porte sono sempre aperte agli artisti di passaggio, con il preciso intento di essere luogo di incontro per chi fa parte del mondo del circo”. Un’apertura senza gelosie, un esempio da seguire.
Id è stato scritto e diretto da Jeannot Painchaud, personalità eclettica quant’altre mai: acrobata e performer di ciclismo acrobatico, giocoliere; infine, co-fondatore del Cirque Éloize. Produttore esecutivo è Jonathan St-Onge, lo scenografo Robert Massicotte e i compositori sono Jean-Phi Goncalves e Alex McMahon. Il cast tecnico è completato dalla costumista Linda Brunell, dal lighting designer Nicolas Descoteau, dal co-progettista di video Alexis Laurence e dal make-up designer Suzanne Trépanier.
Uno spettacolo che vi travolgerà felicemente. Gioioso, imperdibile.

Alberto Figliolia

Info e prenotazioni (Milano): biglietteria Teatro degli Arcimboldi, viale dell’Innovazione 20, tel. 02/641142212/214, da lunedì a venerdì dalle 14 alle 18 e un’ora prima dell’inizio degli spettacoli. Per aziende e gruppi organizzati: tel. 02.641142213, e-mail gruppi@ipomeriggi.it. Sito Internet www.cirque-eloize.com, www.facebook.com/idcirque.
Orari: repliche serali da giovedì a sabato, ore 21; repliche pomeridiane sabato e domenica ore 16.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *