I pilastri di Atlantide di Ian Wilson


I pilastri di Atlantide. Un grande diluvio distrusse e ricreò la storia
pagina 69

settentrionale del Mar Nero, il visualizzatore del computer del Trillo si riempì di colonne di sottili linee, accostate a formare il profilo bidimensionale della struttura interna del letto marino. A una considerevole distanza dall’attuale linea costiera il monitor rivelò la presenza di un’altra linea costiera, antica e molto profonda. Sembrava proprio che si trattasse delle «antiche spiagge» nelle quali l’oceanografo Petro Dimitrov si era imbattuto due decenni prima nel corso delle sue ricerche sottomarine.
Si riconoscevano chiaramente anche le sponde, alte 4,5 metri, che delimitavano il letto di un fiume che scorreva in tortuosi meandri. Mentre Pitman e Ryan erano intenti a compiere rilevamenti di questo fiume sommerso in direzione nord, si resero conto che si trattava, in realtà, della parte terminale del Don. Oggi – come già da alcune migliaia di anni – il Don termina 160 chilometri a nord del Mare di Azov. Il Mare di Azov, a sua volta, è una sottosezione del Mar Nero, che si trova appena al di là dello stretto di Kerch. Ma come stava rivelando il Trillo, c’era stato un periodo nel quale il Mare di Azov non esisteva affatto e nel quale il Don, prima di giungere alla costa ormai sommersa, scorreva per almeno altri 160 chilometri lungo quella che, un tempo, era stata una pianura. Tutto ciò poteva solo significare che, in quel periodo, il livello del Mar Nero era inferiore di un centinaio di metri rispetto al li¬vello attuale, corroborando così i rilevamenti di Dimitrov.
Il compito successivo dell’Aquanaut fu quello di prele-vare dei campioni dal fondale marino: i suoi cilindri di ca-rotaggio erano in grado di penetrare per 3,5 metri in profondità, a meno che non avessero incontrato uno strato di roccia o un fondale compatto, tipico di un terreno che, un tempo, era stato terraferma. La prima carota, prelevata in una zona al centro della piattaforma, si era fermata sulla superficie di erosione come se avesse incontra¬to un fondo duro. E Candace Major identificò, senza

69

Titolo: I pilastri di Atlantide. Un grande diluvio distrusse e ricreò la storia
Autore: Ian Wilson
Traduttore: Fossati F.
Editore: Piemme
Data di Pubblicazione: 2003
ISBN: 8838470383
ISBN-13: 9788838470387

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *