I giovani e il socialismo


I giovani e il socialismo. Marx Engels Lenin Gramsci
pagina 69

entrano in rapporti tra loro esiste una connessione, che le generazioni posteriori sono condizionate nella loro esistenza fisica da quelle anteriori, riprendono le forze produttive e le forme di relazioni da esse accumulate e ne sono determinate nei loro propri rapporti interni. Si vede insomma che ha luogo uno sviluppo e che la storia di un singolo individuo non può affatto essere staccata dalla storia degli individui passati e contemporanei, essendone invece determinata.
Il convertirsi del rapporto individuale nel suo contrario, in un rapporto puramente oggettivo, la distinzione tra individualità e casualità, fatta dagli individui stessi, come abbiamo già dimostrato è un processo storico e assume, in diversi gradi di sviluppo, forme diverse, sempre più acute e più generali. Nell’epoca presente la dominazione dei rapporti oggettivi sugli individui, il soffocamento dell’individualità da parte della casualità, ha assunto la sua forma più acuta e più generale e ha assegnato con ciò agli individui esistenti un compito affatto determinato. Essa ha assegnato loro il compito di sostituire alla dominazione dei rapporti e della casualità sugli individui la dominazione degli individui sui rapporti e sulla casualità. Essa non ha posto, come si figura Sancio, l’esigenza « che io mi sviluppi », cosa che ogni individuo sinora ha fatto anche senza aspettare il buon consiglio di Sancio, ma ha assegnato invece il compito di liberarsi da un modo determinatissimo dello sviluppo. Questo compito assegnato dai rapporti attuali si identifica col compito di dare alla società un’organizzazione comunista.
Abbiamo già mostrato sopra che per abolire l’autonomia assunta dai rapporti nei confronti degli individui, per abolire l’assoggettamento dell’individualità alla casualità, la sussunzione dei loro rapporti personali sotto i rapporti generali di classe, ecc., condizione necessaria è in ultima istanza l’abolizione della divisione del lavoro. Abbiamo mostrato altresì che l’abolizione della divisione del lavoro è condizionata dall’esser giunto lo sviluppo delle relazioni e delle forze produttive a una tale universalità che la proprietà privata e la divisione del lavoro siano per esso un impedimento. Abbiamo

69

I giovani e il socialismoTitolo: I giovani e il socialismo
Curato da: Cerroni U.
Editore: Editori Riuniti
Data di Pubblicazione: 1979
ISBN: 8835920051
Prezzo: € 7.75
ISBN-13: 9788835920052
Pagine: 208
Reparto: Politica e società > Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *