Grazie per aver viaggiato con noi di Fausto Romano


Grazie per aver viaggiato con noi
pagina 69

TORRE DI BABELE

FUORI CONTINUA A PIOVERE; le luci lungo le pi¬ste di atterraggio sembrano tanti lumini messi a terra come segni di devozione al passaggio di una processione del santo patrono.
Chi sarà il santo protettore dei piloti di aerei? San Giuseppe da Copertino? È lui il santo dei voli.
Quante processioni ho fatto da piccino. Tutto vestito di bianco a reggere il manico freddo e li¬scio di una croce che sfilava facendo inginocchia¬re uomini e donne che si baciavano l’indice e si segnavano: testa, petto, spalla, spalla.
Dentro gli occhi di questa gente si potevano leggere tutte le loro preghiere. E io volevo essere Dio per esaudirle tutte.
Poi, ho un po’ rotto con la Chiesa. Ma non per i soliti motivi: non sono un anticlericale che spara sentenze sul Papa e sul suo operato. Penso che il Papa è un uomo come tutti, un lavoratore, solo che il suo Capo è uno difficile. Non ti puoi lamen¬tare, non puoi chiedergli niente: un aumento, del¬le ferie, un week-end da passare con tua moglie in montagna, nemmeno dei giorni di malattia.

69

Titolo: Grazie per aver viaggiato con noi
Autore: Fausto Romano
Editore: Lupo
Data di Pubblicazione: Giugno 2013
Prezzo: € 12.00
ISBN: 886667091X
ISBN-13: 9788866670919
Pagine: 138
Reparto: Narrativa > Narrativa contemporanea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *