Giulio Della Rocca – Guru


A cura di Katia Ciarrocchi

Guardando papà e mia madre, ho l’impressione che la Storia nasconda qualcosa: una Terza Guerra Mondiale fatta di armi diverse, in cui a morire sono stati i sogni, la fantasia l’immaginazione… Se li guardate attentamente, vostro padre e vostra madre, forse capirete di quello cui sto parlando – sono dei sopravvissuti, dei reduci di qualcosa di così spaventosa da dover essere cancellato dai libri di storia. E di questo rimosso, di questa bugia noi siamo figli, di questa menzogna siamo vittime!

Ancora una volta un autore emergente cattura la mia attenzione.
Ho letto Guru, libro d’esordio di Giulio Della Rocca, in una sola notte, tra un campanello e l’altro e ne sono rimasta folgorata. La trama non trama ricorda un misto tra Il giovane Holden di Salinger e Forrest Gump dei nostri giorni; il filo conduttore è il malessere giovanile o per meglio dire l’apatia per un mondo indifferente e che pur di non ascoltare (si) mette le cuffiette e prosegue la propria corsa.
Il protagonista, nella sua più profonda apatia, riesce a fare un’analisi obiettiva e interessante (per il lettore) del suo vivere, sin da “felice Bambino prodigio” figlio di una madre dispotica e nevrotica al ritrovarsi a vivere una vita che gli si “appiccica” addosso così per caso e per caso la vive con tutto il malessere e la leggerezza di una società sorda e cieca.
(”Morire oggi o morire domani non è sempre morire?”)
Apatia male di vivere, giovani che muoiono dentro l’indifferenza totale, ma c’è la speranza e la voglia di qualcosa di diverso, come l’amore che da lo stimolo giusto per passare oltre  a rialzare lo sguardo.
Guru un libro frizzante, giovane e veloce un racconto che ferma e fa riflettere, un libro che è un piacere leggere.

Titolo: Guru
Autore: Giulio Della Rocca
Editore: La Gru
Collana: Vaudeville
Prezzo: € 11.50
Data di Pubblicazione: 2012
ISBN: 8897092306
ISBN-13: 9788897092308
Pagine: 110
Reparto: Narrativa > Narrativa contemporanea

Giulio Della Rocca nasce nell’anno della profezia orwelliana, sopravvive da sempre al piattume televisivo e culturale divorando film. Quando vide per la prima volta Pulp Fiction pensò: Accidenti da grande voglio fare… il killer! Poi, da inguaribile non-violento tornò sui propri passi e si diede al cinema scrivendo sceneggiature per cortometraggi incompresi. E’ tra i fondatori del periodico online SupergaCinema.it e dal 2009 è ideatore con Riccardo Iannaccone del programma radiofonico dedicato alle colonne sonore cinematografiche, SupergaCinema On Air. Guru è figlio illegittimo del suo libro, Il Sid e la sua tribù (2007). Ora Giulio legge, scrive. Vive!

Katia Ciarrocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *