Recensioni: Franco Mimmi – Fabrizio D. e la Bellezza


“Arrivato a 42 anni, Fabrizio D. si guarda allo specchio e non si piace: proprio brutto non è, ma assai comune, e poiché gli sembra che possedere la Bellezza significhi far parte di una categoria privilegiata decide di diventare bello, non importa il costo o i sacrifici fisici. Ma che succede, quando un essere umano riesce a entrare nel mondo dei semidei?”

Questa la breve ma sufficiente sinossi ufficiale di “Fabrizio D. e la Bellezza”, un racconto lungo di Franco Mimmi, ma al di là della trama lo spirito del racconto è faustiano: per Fabrizio D. l’eterna gioventù mefistofelica consiste nella bellezza fisica, per la quale si trova disposto a fare ogni sacrificio, a spendere ogni cifra, e insomma anche la sua anima. Seguiamo per un momento Fabrizio nel tormentato esame delle sue magagne fisiche.

“Uscì dalla doccia e ancora levigato dall’acqua tornò allo specchio puntando lo sguardo dalla cintola in giù. Ecco: i fianchi erano troppo larghi, rotondi. Lo consolò il tatto, accertando che non la struttura ma il deposito era eccessivo. Il ventre sporgeva un po’. Al pene sorrise, chiedendosi se potesse esistere, anche per esso, un canone aureo. Ma proprio il pene gli svelò, pendendo nel vuoto, come le cosce fossero cave, distanti, per fortuna giungendosi a bei ginocchi lisci. Purtroppo subito umiliati dai polpacci, sottili più del concesso, e dalle caviglie ossute, dai piedi il cui collo bene arcuato finiva in dita gibbose, in alluci grassi uno dei quali recava a copertura una unghiaccia rugosa, mal ricresciuta dopo un incidente infantile.”

È la condanna del narcisismo al quale si è ridotto l’uomo moderno, ormai devoto alla superficialità. La conclusione – ovviamente non rivelabile qui – è coerente a questa condanna e ben diversa da quella cui arriva il personaggio goethiano, e a questo proposito calza a pennello la domanda della sinossi: che cosa succede quando un essere umano riesce a entrare nel mondo di quelli che ritiene semidei, siano essi i belli, o i ricchi, o i potenti?
Raffinato lo stile del racconto, pieno di ironia e senza concessioni ai dubbi gusti correnti. Si potrebbe dire, trattandosi di un Fabrizio-Faust: solo per iniziati.

Amalia Fabbri

 

Titolo: Fabrizio D. e la Bellezza
Autore: Franco Mimmi
Data di Pubblicazione: Febbraio 2018
Prezzo: € 0,99
Formato: ebook
ASIN: B079JQ5L1X
EAN: 9788827562550
Lunghezza stampa: 22
Reparto: Narrativa > Narrativa contemporanea

 

 

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.