David Foster Wallace – Brevi interviste con uomini schifosi


A cura di Anifares

“Le dinamiche psicologiche sono affascinati … che la prima preoccupazione inconscia di un soggetto sia da chiedersi cosa in lei possa stimolare una simile proposta, possa indurre un uomo a ritenere fattibile una cosa del genere. Preoccupate fra sé e sé, in altre parole, dell’impressione che danno”

Per definire “Brevi interviste con uomini schifosi” di David Foster Wallace c’è bisogno di una sola parola ed è, inquietante. Da qualche parte ho scritto che Wallace ha la capacità di farmi sentire nel cervello di qualcun altro ma stavolta è stato diverso. E’ stato il mio Virgilio in un girone dell’Inferno nel presentarmi misogini, violentatori, psicopatici, perversi.
Casi clinici inguaribili, uomini chiusi nelle loro malattie che sembrerebbero quasi irreali ma che invece rappresentano una faccia dell’esistenza. Esempi di racconti? Mondo adulto (I) e Mondo adulto (II) scritti con due stili diversi, La persona depressa dove la malata riesce a far suicidare la sua analista, e l’intervista al focomelico che si serve del proprio moncherino per portarsi a letto le donne, fino al ragazzo che si deve tuffare dal trampolino in piscina e rimane fermo sul trampolino e nel tempo.
In questo libro c’è anche tanta sofferenza, ed in alcuni punti si prova anche pietà e compassione per questi uomini schifosi. Non credo che in questo libro Wallace abbia voluto denunciare il mondo reale americano, c’è qualcosa in più, c’è una cosa maledettamente in più che è un grido d’aiuto ed è per questo che il libro è inquietante perché non si può fare niente, un cazzo di niente solo leggere e rimanere lì inchiodati con la speranza che tutto finisca presto.
Un libro imperdibile.

Anifares

Titolo: Brevi interviste con uomini schifosi
Traduttori: Fatica O., Granato G.
Editore: Einaudi
Collana: Einaudi. Stile libero big
Data di Pubblicazione: Novembre 2010
Prezzo: € 17.50
ISBN: 880620761X
ISBN-13: 9788806207618
Pagine: XIII-294
Reparto: Narrativa

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *