Datanews presenta: Vivir bien o muerte! di Luciano Vasapollo


QUAL È IL CONTENUTO
“Vivir Bien” significa individuare teorie e pratiche che assicurino una migliore e più alta qualità della vita e la salvaguardia dell’ambiente. Si badi bene: non si tratta solamente del rispetto dovuto alla Natura, ma della risposta alle disuguaglianze economiche e alle colonizzazioni culturali. In America Latina da tempo il mondo indigeno e le popolazioni andine hanno improntato l’esistenza sul rispetto armonioso tra gli esseri umani e l’ambiente. Presso di loro il “vivir bien” significa opporsi al “vivere meglio” promesso dal capitalismo e realizzatosi solamente laddove qualcuno “viva peggio” (cioè sia sfruttato), laddove i beni comuni siano merce, laddove le relazioni tra le comunità e gli Stati siano improntati sulla competizione. A Cuba sono andati oltre: il “vivir bien” diventa una politica sociale che cerca di recuperare ragazzi in difficoltà, finiti ai margini della società e a rischio di tossicodipendenza. L’insegnamento universitario, il rispetto per l’ambiente, persino la cultura musicale sono gli strumenti utilizzati per far sentire questi giovani nuovamente protagonisti.

IN DIECI SECONDI
Da tempo si guarda al Latino America e si parla di “socialismo del XXI secolo”. Si cita il Venezuela di Chávez, si parla della Bolivia di Evo Morales, dell’Ecuador che si difende dal colpo di Stato e dell’accordo
dell’Alba. Poco si dice, invece, di come Cuba abbia abbracciato quelle teorie e quelle pratiche rivolte al miglioramento della qualità della vita, nel rispetto dell’ambiente e delle comunità, che sono riunite nel concetto di “vivir bien” e che sono spiegate in questo libro. Per uscire dalla crisi non solo “con sobrietà”, ma anche con dignità.

PERCHÉ VENDE
Un testo rivolto a tutti: intellettuali, studenti, semplici curiosi che si chiedono perché Cuba sia ancora uno Stato socialista, se sia uguale alla Corea del Nord, se sia retta da un regime, se sopravviverà alla morte di Fidel Castro. Soprattutto, che si chiedono come faccia Cuba ad affrontare la crisi globale senza basarsi sul Pil, senza calcolare lo spread, senza tagliare i servizi e cancellare i diritti.
Al contrario, ascoltando le comunità locali e i movimenti sociali, rifiutando le guerre imperialiste e promuovendo uno sviluppo rispettoso dell’ambiente.
Un ampio corredo fotografico mostrerà Cuba “dal basso”, tra la gente dei quartieri popolari, della Sierra, delle campagne. Per mostrare come Cuba non sia solo un ricordo romantico, ma anche un’autentica quotidianità.

Vivir bien o muerteTitolo: Vivir bien o muerte! A Cuba la felicità contro il Pil
Autore: Luciano Vasapollo
Editore: Datanews
Collana: Short books
Prezzo: € 14.00
Data di Pubblicazione: Marzo 2013
ISBN: 8879813838
ISBN-13: 9788879813839
Pagine: 160
Reparto: Economia e management > Economia > Economia politica

L’AUTORE
È docente alla Sapienza, Università di Roma, oltre che alla Universidad de la Habana e alla Universidad de Pinar del Río. Ha dedicato gran parte della sua vita a Cuba e al Latino America. È direttore del centro studi Cestes e delle riviste Proteo e Nuestra América. Membro di diversi centri studio cubani e latino americani, è autore o coautore di oltre quaranta libri, molti dei quali tradotti e pubblicati in Spagna, Stati Uniti e Latino America.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *