Dario Amadei – Le vere fiabe dei fratelli Grimm


Le fiabe, al di là del suo valore psicopedagogico, ci accompagna sin dalla nascita. Erroneamente noi crediamo che siano per bambini, ma la storia ci insegna che le fiabe sono state scritte da un adulto per un altro adulto, che, attraverso la lettura e l’ascolto potesse riflettere su se stesso. Interessante in tal senso un trattato del Dottor Antonio Vita, psicologo, psicoterapeuta che ci parla degli aspetti psicologici nelle fiabe: “Ma la storia raccontata in una fiaba è ancora qualcosa di più importante: è la storia della psiche che , attraverso una serie di eventi, a volti pieni di rischi e pericoli, raggiunge una meta, un traguardo, un obiettivo. La fiaba diventa la metafora della storia della vita della psiche: narra le vicende, le peripezie, i tormenti, i dolori attraverso i quali la psiche giunge infine alla sua piena maturazione, liberandosi dai complessi che l’avvolgono e la mettono a dura prova, e nutrendosi della forza degli archetipi che, invece di distruggerla, finiscono con il fortificarla, riportandola a vita autentica”.

Un introduzione dovuta per presentare il libro di Dario Amadei che ho trovato stupefacente nel vero senso della parola.
Amadei nella sua ultima pubblicazione “Le vere fiabe dei fratelli Grimm” ci regala momenti di vera e propria riflessione, perché riscrivendo le fiabe dei fratelli Grimm ci catapulta nel nostro quotidiano vivere.
Il protagonista di “Le vere fiabe dei fratelli Grimm” è un libro rilegato in blu che appassiona tutti coloro che ne vengono a contatto.
I racconti ripercorre la storia di Cappuccetto Rosso, ma stavolta non vi troviamo una bimba (come disse mia figlia quando gli leggevo la leggendaria fiaba) disobbediente, “che ben gli sta ciò che gli capita, così impara ad obbedire alle raccomandazioni della mamma” , ma una bimba ligia, d’oggi, che ama molto di più i cartoni animati alla tv che leggere e che si rifiuta di rispondere alle domande del lupo “… Perché la mia mamma non vuole che io parli agli sconosciuti”; per passare poi a “Cenerentolo” dove la bella si innamora, ma il “bello” sceglie la doti della sorella “brutta” e la vuole sposare; continua con Bianca Neve, una ragazza intrattabile e odiosa, viziata e pretenziosa (rispecchia molto, purtroppo la generazione che rappresenta i nostri figli), che trova il suo principe, e vivrà felice (chissà poi se contenta) come rospo con il suo amato rospo; e così via…
Ogni storia ha una metafora di vita, una riflessione da cogliere e da fare propria.
“Le vere fiabe dei fratelli Grimm” e parte di una collana dal titolo “I colori delle nuvole”.
Se ripercorriamo le origine delle fiabe ci possiamo rendere conto dell’uso che dei loro contenuti è stato fatto nelle varie epoche storiche, come sintetizzano P. Angelini e C. Codignola, gli autori delle due fortunate raccolte di fiabe “Fiabe sul potere” e “Fiabe sui ruoli sessuali”, che “la fiaba può uscire levigata in forma inconsapevole di genere letterario (Perrault) o ricircolare allo stato grezzo per la costituzione di una sorta di monumento nazionale (Grimm nelle intenzioni) oppure piegarsi alla prosa di un discorso esplicitamente pedagogico (Tolstoj) o alla poesia delle nevrosi private (Andersen); può ritornare alla fonte come letteratura (Calvino) o passare infine tra gli ingranaggi di una produzione in serie con relativo processo di sterilizzazione e di adulteramento (Disney e soprattutto gli innumerevoli sottoprodotti di diversa origine che affollano le cartolerie: è ad essi che in genere si fa riferimento quando si parla superficialmente di fiabe)
Amadei nella prefazione ci dice come vorrebbe questo libro venisse letto e interpretato: “Eviteremo come la peste la narrazione prolissa e verbosa e gli atteggiamenti didascalici, anche se i ragazzi avranno comunque molto da imparare: ci saranno sempre delle chiavi di lettura molteplici che permetteranno al lettore, di aprire delle magiche porte dietro le quali troverà proposte e risposte intelligenti”.
Bella, elegante, accogliente è la rilegatura, nel dentro disegni appropriati e perfetti di Roberta Marucci disegnatrice-fumettista che ha realizzato sigle animate per Rai 1, Rai 2 e Sat 2000.
Un libro che consiglio vivamente, da leggere dinanzi a un bel camino con tutta la famiglia intorno.

Titolo: Le vere fiabe dei fratelli Grimm
Autore: Dario Amadei
Illustratore: Morucci R.
Editore: Il Caso e il Vento
Prezzo: € 14.00
Collana: I colori delle nuvole
Data di Pubblicazione: 2008
ISBN: 8890305398
ISBN-13: 9788890305399
Pagine: 112
Reparto: Bambini e ragazzi > Narrativa e storie vere > Narrativa

Dario Amadei scrive libri per ragazzi ed esercita la professione di medico odontostomatologo.
Ha pubblicato “Astutillo e il potere dell’anello” (2004) ed “Un mondo migliore” (2007), entrambi editi da Sovera Multimedia. Il suo nuovo libro “Le vere fiabe dei fratelli Grimm” uscirà con l’editore Il caso e il vento, nella collana per ragazzi “I colori delle nuvole”di cui Dario Amadei è il responsabile
Ha collaborato con la rubrica “Lo specchio della salute” del settimanale “Famiglia Cristiana” e attualmente scrive sul trimestrale di editoria e cultura “Terza pagina” con interventi nella rubrica “Scuola e cultura”.
Da anni organizza laboratori di lettura e di scrittura creativa ed ha collaborato con le seguenti scuole di Roma:
R. Villoresi, San Giovanni Battista, San Francesco di Sales, V.H. Girolami, E. Loi; Buon Pastore; Celli; Pizzetti; Tintoretto; Padre Lais; Renzini; Mazzacurati; Bondi; Evangelisti; Buonarroti; Don Milani.
Durante i laboratori i ragazzi hanno realizzato centinaia di racconti che sono stati inseriti in raccolte organizzate in forma di manoscritti, supporti multimediali(CD e DVD) e libri.
Nell’anno scolastico 2006/2007 gli alunni del 103°Circolo didattico nel corso di un laboratorio da lui diretto hanno prodotto oltre ottocento racconti e a coronamento del lavoro svolto è stato realizzato con il patrocinio del Comune di Roma, il libro “Miracoli e magie in via della Pisana e dintorni” pubblicato dall’editore Almanacco. Questo lavoro è stato presentato al teatro del Liceo Montale e alla Biblioteca Statale, riscuotendo un notevole successo.
Nel corso dello stesso anno scolastico gli alunni della scuola E. Loi, sotto la guida di un’esperta esterna, che ha curato la riduzione teatrale e, con il patrocinio del XVI Municipio, hanno messo in scena al teatro Vascello una versione drammaturgica di “Astutillo e il potere dell’anello”. Lo spettacolo, su richiesta del pubblico, è stato replicato al teatro “Regina Pacis”.
Dario Amadei collabora attivamente con la Biblioteca Comunale Corviale e nel settembre 2007 ha diretto un corso di scrittura creativa a cui hanno partecipato, divertendosi, ragazzi di età compresa tra i nove e i tredici anni. È stato realizzato il videolibro “Sirio Minuto e le avventure del libro magico” .
Nel novembre 2008, è stato realizzato il videolibro “Canto di Natale a Corviale” che è stato pubblicato su www.artoong.net.
Nell’anno scolastico 2007/2008 ha curato diversi progetti:
– Il videolibro “ Dieci azioni per salvare il pianeta”, realizzato dagli alunni del 195° Circolo con il finanziamento dell’Assessorato alle politiche ambientali del XVI Municipio. E’ stato presentato in occasione della Giornata mondiale del libro, presso la Biblioteca Corviale ed è segnalato sul sito ufficiale dell’Unesco
– Il libro “Fiabe in punta di penna”, realizzato dagli alunni della scuola V.H. Girolami con il finanziamento dei genitori. È stato pubblicato dall’editore Lampi di stampa. È in vendita per beneficenza ed è stato presentato presso la scuola, nel corso della 18°settimana della cultura scientifica
– Il libro “Un ragazzo di nome Renato”, ispirato alla vita del martire delle Fosse Ardeatine Renato Villoresi e realizzato dagli alunni della scuola media omonima e dagli alunni della scuola E. Loi. E’ stato pubblicato, grazie al contributo del XVI Municipio.
– Una raccolta di racconti, realizzata dagli alunni della scuola media San Giovanni Battista
Gli alunni della scuola E. Loi hanno messo in scena una versione teatrale di “Un mondo migliore”
Gli alunni del 195° Circolo didattico hanno messo in scena una versione teatrale del videolibro “Senza barriere”da loro stessi realizzato, durante un laboratorio di scrittura
Dario Amadei nel 2008 è stato inserito nell’annuario Andersen.

Katia Ciarrocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *