Cinema: Yves Saint Laurent


UNA VITA DI GENIO E SREGOLATEZZA
Vita dura per gli attori che devono incarnare personaggi celebri. Alludere è meglio di somigliare. Somigliare aiuta a inventare. Imitare è rischio e debolezza. L’equilibrio è difficile, ma questo YSL di Pierre Niney è miracoloso: elegante, appassionato, efebico e maschio, ossessivo e fragile, insieme somigliante e allusivo, è una via riuscita al ritratto di una personalità tra le più forti e incidenti nella storia della moda del dopoguerra. Storia d’amore gay e tradimenti (approvata dal compagno Bergé) promiscuità, droga, fasti e solitudine, ha un taglio romanzesco quanto basta a contenere genio e sregolatezza in un plausibile getto di vita. Biografico, ma non un santino. Sfilate & mannequin (che schianto Charlotte Le Bon), ma non modaiolo. Arte minore d’artista maggiore.

Silvio Danese

Titolo originale: Yves Saint Laurent
Nazione: Francia
Anno: 2014
Genere: Drammatico
Durata: 100′
Regia: Jalil Lespert
Cast: Pierre Niney, Guillaume Gallienne, Charlotte Lebon, Laura Smet, Marie de Villepin, Nikolai Kinski, Ruben Alves, Astrid Whettnall
Produzione: Wy Productions, SND, Cinéfrance 1888, Hérodiade, uMedia
Distribuzione: Lucky Red
Data di uscita: 27 Marzo 2014 (cinema)

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *