Cinema: Un mercoledì di maggio


L’IRAN, LE DONNE E LE INGIUSTIZIE
Dilemma morale, pane e compantico del cinema sociale iraniano, qui meno formalista, meno neorealista, a partire dalla costruzione a flashback molto libera e insieme efficace. Per un motivo che scopriremo, in una inserzione sul giornale Jalil promette diecimila dollari al più bisognoso dei casi in fila davanti a casa sua. Per l’operazione al cervello in grado di guarire il marito, si presenta un’antica fidanzata. Promessi cinquemila dollari a lei, c’è in coda una sposa disperata: la famiglia ne pretende diecimila per ritirare la denuncia che tiene in carcere il marito. L’inquietudine e la presunzione di Jalil fanno i conti con la realtà, che spesso sceglie per noi… Precisa e risaputa la radiografia della condizione femminile. Ottima Niki Karimi, star di cinema e tv. Premio Fipresci a Venezia.

Silvio Danese

wednesdaymay9Titolo originale: Chaharshanbeh, 19 Ordibehesht
Conosciuto anche come: Wednesday, May 9
Nazione: Iran
Anno: 2015
Genere: Drammatico
Durata: 102′
Regia: Vahid Jalilvand
Cast: Niki Karimi, Amir Aghaee, Shahrokh Forootanian, Vahid Jalilvand, Borzou Arjmand, Afarin Obeisi, Saeed Dakh, Kataneh Afsharinejad, Sahar Ahmadpour, Milad Yazdani
Data di uscita: Venezia 2015 – Orizzonti
23 Giugno 2016 (cinema)

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *