Cinema: Tre cuori


A cura di Silvio Danese

LEI, LUI, L’ALTRA MA NON È TRUFFAUT
Tragedia dei tre cuori: un poco credibile Benoit Poelvoorde, perduto un appuntamento fatale con la Gainsbourg, finisce sposo della Mastroianni ignaro che sia la sorella. L’equivoco infiamma una passione che, involontariamente, prende i toni della “pochade”, anche per impropria fotogenia del comico di “Niente da dichiarare” e “Il mio migliore incubo”, con le sue improbabili tac, la misura forzata del piccolo borghese in un cuore bollente. C’è anche mamma Deneuve, e ci si meraviglia che lo scatenato amoroso non ceda anche alla sua tarda bellezza. Il fondamento drammatico è facilmente smontabile. La passione delle due donne (ottime interpreti) non passa per una vera alchimia sensuale. Ma li conosce, Jacquot, i film di Truffaut?

Titolo originale: Trois coeurs
Nazione: Francia
Anno: 2014
Genere: Drammatico
Durata: 100′
Regia: Benoît Jacquot
Cast: Charlotte Gainsbourg, Catherine Deneuve, Chiara Mastroianni, Benoît Poelvoorde, Caroline Piette
Produzione: Pandora Filmproduktion, Rectangle Productions

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *