Cinema: The fighters – Addestramento di vita


Un insolito amore da combattenti
Con questo esordio notabile i cinefili giovani hanno il cult di stagione. La rabbia giovane di Madeleine, figlia annoiata di benestanti, villa e piscina in Aquitania e un’ossessione per la resistenza fisica negli imminenti disatri naturali, si scontra con l’indolenza viva di Arnaud, falegname poco convinto in aziendina di famiglia. Si conoscono battendosi sulla spiaggia, si frequentano come in una sfida e finiscono in un corso paramilitare scappando dal quale, nella foresta, trovano la solitudine per riconoscere l’amore, lontano dal frastuono
delle trombe del futuro. Opera stratificata, con due attori formidabili per carica istintuale e una fenomenologia apparentemente standard, è in realtà ricca di spunti e reinvenzioni di cinema: il bisogno di riconoscere il mostro del domani, un ironico sfasamento del film di sopravvivenza, l’inversione di aggressività femminile-maschile del nostro tempo nel contesto classico di commedia (la “bisbetica domata”), filming diretto e un finale che invece di essere lieto sfuma l’amore nell’ambito delle ossessioni quotidiane. Interessante.

Silvio Danese

Titolo originale: Les Combattants
Nazione: Francia
Anno: 2014
Genere: Drammatico
Durata: 98′
Regia: Thomas Cailley
Cast: Adele Haenel, Kevin Azais, Antoine Laurent, Brigitte Rouan, William Lebghil, Thibaut Berducat, Nicolas Wanczycki, Frederic Pellegeay, Steve Tientcheu, Franc Bruneau

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *