Cinema: Suite Francese


A cura di Silvio Danese

Idillio pacifista
In un paese della Francia occupata una sposina scopre l’attrazione per l’educato tenente nemico. Mentre la Resistenza si muove, basta un equivoco per finire fucilati. La relazione scompagina ruoli e poteri di guerra. Viene dai due racconti che compongono il celebre romanzo postumo di Irene Némirovsky (dovevano essere cinque, ma morì ad Auschwitz nel 1942), scrittrice di talento anche migliore (“Il ballo”). Filmone di passione contesa e idillio pacifista come una volta, fiaccamente tendente all’epica d’amore, narra di nazisti brutali, armadi a doppio fondo, delazioni di contrada, con divise ben sporcate ed esodi civili ben bombardati in apena campagna. La pagina è equilibrata, anche quando evita il feuilleton, il film invece punta sulla tensione melò di scena. Inopportunamente infedele. Meglio il libro.

Titolo originale: Suite Française
Nazione: Regno Unito, Francia, Canada
Anno: 2014
Genere: Drammatico
Durata: 107′
Regia: Saul Dibb
Cast: Michelle Williams, Margot Robbie, Kristin Scott Thomas, Ruth Wilson, Sam Riley, Alexandra Maria Lara, Matthias Schoenaerts, Eileen Atkins, Lambert Wilson, Harriet Walter, Tom Schilling, Clare Holman, Deborah Findlay

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *