Cinema: Locke


Un’anima on the road
Imprigionato in un incidente clamoroso della vita, in un paio d’ore, mentre si sposta in auto dal cantiere di un grattacielo a Londra a un ospedale di provincia, il capomastro Ivan Locke affronta al telefono: un adulterio che, per una sola occasione, comporta ora la nascita del figlio che una donna sta partorendo, invocando la sua presenza; l’abbandono del posto di lavoro in un momento a dir poco cruciale; la moglie che lo aspetta a casa, a cui decide di non mentire provocando la proposta di separazione; la memoria di un padre da non imitare, proprio in occasioni come queste. Unico attore in scena, nell’unità di spazio e tempo (la Bmw in viaggio), il convincente Hardy ha soltanto le voci delle telefonate per ricomporre una vita e i suoi errori. Traccia teatrale, radiofonica? Immaginario non cinematografico? Vedere per credere la splendida risonanza tra movimento esteriore e interiore, le diramazioni delle tangenziali che si accumulano mentre cresce l’incrocio delle possibilità, le chiusure e le aperture di un uomo che deve scegliere la strada autentica. Thriller delle responsabilità, si beve in un fiato.

Silvio Danese

Titolo originale: Locke
Nazione: Regno Unito, U.S.A.
Anno: 2013
Genere: Drammatico
Durata: 85′
Regia: Steven Knight
Cast: Tom Hardy, Ruth Wilson, Andrew Scott, Olivia Colman, Tom Holland, Ben Daniels, Bill Milner, Alice Lowe
Produzione: IM Global, Shoebox Films
Distribuzione: Good Films
Data di uscita: Venezia 2013
30 Aprile 2014 (2014)

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *