Cinema: Ida


NELLA POLONIA COMUNISTA DEL ’60
Cadaveri non eccellenti, ma innocenti, nella Polonia comunista anni ’60 che scopre delitti facili commessi durante l’epurazione ebraica nazista. Bianco e nero, formato quadrato 1:1.33, tempi posati, formidabile ambientazione socialista di campagne desolanti e città fatiscenti, è la storia della novizia Anna. Orfana, prima di prendere i voti scopre dalla zia Wanda di essere ebrea e chiamarsi Ida. Alto magistrato del regime, disillusa fino alla disperazione, promiscua e alcolista, Wanda accompagna alla ricerca dei genitori Ida, che fa i conti con la vocazione religiosa e scopre l’amore. Duetto da camera tra strumenti lontani, la polifonica Wanda e la melodia a una corda Ida. Viaggio non esotico oltre la Cortina di Ferro, tra voci lontane sempre presenti. Da vedere.

Silvio Danese

Titolo originale: Ida
Nazione: Polonia, Danimarca
Anno: 2013
Genere: Drammatico
Durata: 80′
Cast: Agata Kulesza, Agata Trzebuchowska, Joanna Kulig, Dawid Ogrodnik, Adam Szyszkowski, Jerzy Trela, Artur Janusiak
Produzione: Opus Film, Phoenix Film Investments
Distribuzione: Parthénos
Data di uscita: 13 Marzo 2014 (cinema)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *