Cinema: Hunger Games: la ragazza di fuoco


A cura di Silvio Danese

GIOCHI PERICOLOSI SENZA MORDENTE
Terzo capitolo, ma come nelle saghe che sfruttano il tempo, che è denaro, è un film diviso in due. Si sente. Sparisce il dinamismo della caccia e della crudeltà millesimata degli hunger games per un pianificato ping pong tra Panem e Capitol City, tra vari inciampi: la noiosa telenovela tra Peeta traditore e la Katniss incredula, la cattiveria nazista ma senza mordente della strage degli innocenti all’ospedale, le battaglie aeree disegnate come un ruvido videogioco. Katniss, risoluta a diventare l’icona della rivolta dei ribelli capeggiati da Julianne Moore, spende talento e gloria per la causa. Ma anche la Lawrence, che con il compianto Hoffman tenta di fare performance in un polpettone, ha difficoltà a uscire dal gesto e dall’emozione programmati. Regia fiacca su sceneggiatura tendenziosa.

Titolo originale: The Hunger Games: Catching Fire
Nazione: U.S.A.
Anno: 2013
Genere: Drammatico, Thriller
Durata: 146′
Regia: Francis Lawrence
Cast: Jennifer Lawrence, Josh Hutcherson, Willow Shields, Liam Hemsworth, Philip Seymour Hoffman, Elizabeth Banks, Stanley Tucci, Woody Harrelson, Donald Sutherland, Jena Malone, Toby Jones, Lenny Kravitz, Jeffrey Wright, Amanda Plummer
Produzione: Color Force

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *