Caterina Trombetti, Antonella Natangelo – Consonanze


A cura di Renzo Montagnoli

L’armonia
Che la poesia e la musica possano incontrarsi è del tutto naturale, trattandosi in entrambi i casi di arte e l’arte, perché sia veramente tale, non può prescindere dall’armonia, da quel perfetto equilibrio strutturale in cui sia che si tratti di parole, sia che ci troviamo di fronte a delle note, tutto sembra essere messo lì certamente non per caso, ma per fornire una musicalità che è gioia per gli occhi e per le orecchie. Del resto, anche nel caso di non poche pellicole cinematografiche, la colonna sonora costituisce un naturale completamento che dona forza alle immagini. Al riguardo mi viene in mente l’Alexander Nevskij di Ejzenstejn in cui l’omonima sinfonia di Prokofev permea scene, con i ritmi che si incrociano e che si espandono all’unisono.
Leggere una poesia, ascoltando una composizione musicale creata apposta per la stessa, è un’esperienza esaltante che consiglio vivamente ed è questo il caso di questo libriccino in cui l’ars poetica di Caterina Trombetti si fonde perfettamente con l’arte musicale di Antonella Natangelo. L’arpa, nel caso specifico, sembra poi lo strumento migliore per ricreare atmosfere e rafforzare le sensazioni che prorompono dai versi. Già di per sé queste poche liriche sono ben riuscite, ma il tocco musicale appare come un completamento imprescindibile, anche se, occorre dire, l’ascolto della musica senza la lettura delle poesie svilisce un po’ la composizione, insomma, per dirla in breve, esiste una complementarietà da cui entrambe le arti traggono i massimi vantaggi.
E il suono pacato dell’arpa ben si presta alla natura dei versi, così che è possibile assaporare sensazioni ed emozioni per certi aspetti impareggiabili.
Ci si rasserena, il mondo che ci circonda appare diverso, una sospensione di suoni, di immagini, in continua evoluzione ed evanescenza, una sorta di limbo in cui è piacevole restare, perché la vita, la tanto vituperata vita, scorre diversa, soffusa di un tenue e corroborante colore rosa.
Quindi, Consonanze é senz’altro da leggere e ascoltare.

consonanzeTitolo: Consonanze. La poesia incontra l’arpa. Con CD audio
Editore: Betti
Data di Pubblicazione: maggio 2016
Prezzo: € 13.00
ISBN: 8875764662
ISBN-13: 9788875764661
Pagine: 48
Reparto: Studi letterari

Caterina Trombetti, è nata a Firenze, vive a Scandicci. Insegnante di lettere e pedagogista, dopo la laurea ha conseguito il Diploma Perfezionamento in Traduzione Letteraria all’Università di Firenze.
Poetessa e scrittrice ha pubblicato: Il pesce nero ed. Lalli 1990; Montalcinello. Storia e vita di un borgo toscano ed. Idealpress 1994; L’obliqua magia del tempo ed. Polistampa 1996; L’obliqua magia del tempo CD rom ed. MR. MID 2000; Fiori sulla muraglia ed. Passigli 2000, ristampato con testo a fronte in spagnolo Flores en la muralla nel 2012 ed. FlorenceArt; Dentro al fuoco ed. Passigli 2004; Poesie per Algeri ed. FlorenceArt 2012 con testi a fronte in francese e arabo.
Libri d’arte: Montalcinello. I tuoi cieli, i tuoi ruscelli ed. Il Bracconiere 2001; Stelle della mia Orsa ed. LoGisma 2002; Acque ariose ed. Del Buon Tempo 2003; Frammento ed. PulcinoElefante 2004; Panta rei ed. PulcinoElefante 2011.
È presente in: “NOSTOS. Poeti degli anni Novanta a Firenze” a cura di Franco Manescalchi – Polistampa 1997; La parola poetica per un’architettura dell’anima. Poeti Città Europa, con introduzione di Giancarlo Cauteruccio, Edizioni della Meridiana, Firenze, 2004; Poesia Toscana del Novecento, con disegni di Aldo Frangioni, a cura di Gennaro Oriolo, con introduzione di Franco Manescalchi, Edizioni La Bezzuga, Firenze 2006.
Suoi testi sono stati tradotti in francese, spagnolo, russo, inglese, arabo, e presentati all’estero. Letture delle sue poesie sono state trasmesse sia alla radio che attraverso canali televisivi. Intensa è la sua attività di incontri con gli studenti nelle scuole. Dal laboratorio di poesia da lei tenuto presso il carcere di Firenze è nata la raccolta “Dal cielo cascò una rosa. Voci poetiche dal carcere” da lei curata e pubblicata dal Comune di Firenze nel 2008, poi ristampata dalla casa editrice FlorenceArt nel 2010.
Nel 2001 viene invitata in Tunisia per ricevere il premio “Cartagine”. Nel 2003 e 2004 vengono presentate le sue poesie al festival RavennaPoesia e al teatro Biondo di Palermo. Nel luglio 2005 è invitata alla Biennale di Venezia per La notte dei poeti e, nello stesso anno, è all’Istituto di Lingua e Cultura Italiana a Mosca. Nel 2006 viene invitata dall’Istituto di Lingua e Cultura Italiana ad Algeri per la settimana della lingua e cultura italiana nel mondo. Nel 2010 è invitata a Napoli per la giornata mondiale della Poesia.
Nel 2013 fa parte a Roma del gruppo italiano 100 thousands poets for change ed è inserita nell’antologia omonima pubblicata da Albeggi edizioni.
Sono del 2009 e 2010 le performance collettive “Borse nere” su Libro d’Artista di Elena Salvini Pierallini tenutesi alla Biblioteca di Scandicci, alla Specola e all’Istituto degli Innocenti e alle Oblate di Firenze.
A sua cura è il ciclo di incontri In viaggio con la Poesia che si svolge annualmente al Teatro L’Affratellamento di Firenze.
È stata membro del Consiglio di Amministrazione di Scandicci Cultura ed è socio onorario del Centro d’Arte Modigliani.
Amica e collaboratrice del poeta Mario Luzi negli ultimi quindici anni della sua vita, è stata anche la sua collaboratrice per il Senato della Repubblica Italiana.
Per una più ampia nota si rimanda al sito www.caterinatrombetti.com

Antonella Natangelo è nata a Firenze e vive a San Gimignano in Toscana.
Diplomata in canto al Conservatorio di Musica ” Luigi Cherubini” di Firenze è arpista , soprano, compositrice, cantautrice. Ha studiato arpa celtica con l’arpista Patrizia Bini ( Orchestra Comunale Firenze) e arpa classica con l’arpista Cinzia Conte ( Orchestra Regionale Toscana).
Studia tecnica vocale, canto barocco e composizione. Dal 2007 è iscritta a S.I.A.E.
Ricercatrice di brani antichi si è specializzata nel Medioevo, intraprendendo un percorso di ricerca filologica ( XIII – XIV sec). Prossima la pubblicazione di una raccolta di brani medievali e rinascimentali di cui la musicista ha curato l’accompagnamento strumentale.
E’ una ” pioniera ” in Italia del canto accompagnato da arpa, il repertorio spazia dal medioevo, musica classica, celtica, barocca, sacra vocale e strumentale a sue composizioni per arpa e voce. Si esibisce in concerti, festivals, eventi culturali, teatrali in Italia e all’estero.

Renzo MontagnoliSito

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *