Racconti


di Serenella Menichetti Era già passata una buona mezz’ora da quando Gianni, seduto sulla sabbia, davanti al mare, scrutava l’orizzonte. La forza del suo sguardo perforava la membrana che intercorre tra mare e cielo per andare oltre, fino a spingersi nei meandri dell’inconscio. Chissà se nell’azzurrità sarebbe riuscito a trovarsi. […]

Tormentata Scelta


di Serenella Menichetti “Rosso scarlatto?” Lucia guardò l’uomo con aria interrogativa. “Rosso scarlatto?” ripetè lui toccandosi la chioma. -Si riferisce ali miei capelli?- No, sono rosso tiziano. L’uomo fece cenno se poteva sedersi accanto a lei, poi senza attendere risposta scostò la sedia laccata di verde e si accomodò. -Sono […]

Odio Amore


di Serenella Menichetti 10 Giugno ore 10 Torre Del Lago Puccini Bagno Lido Franco, giovane aiuto bagnino, del mitico Bagno Lido, come consuetudine annuale, fa l’appello all’altoparlante dei membri del gruppo “Gli insaziabili” a cui appartengono ragazzi e ragazze dai 18 ai 20 anni. Costituitosi da circa sette anni con […]

Gli insaziabili



di Corrado S. Magro Un panorama che spazia fino alle ultime creste delle colline che si affacciano sul mare. Al di là, le acque del profondo Ionio, accarezzate dai primi raggi solari sciabordano contro le sabbie dorate delle rive. A destra il declivio con il cielo limpido lascia scorgere la […]

La nebbia è solo grigia


1
di Renzo Montagnoli Era solo un pomeriggio d’estate, torrido, senza un filo d’aria, le cicale che frinivano incessanti, i bambini che si rincorrevano intorno allo stagno dove si rinfrescavano insonnolite le anatre. – Ma l’hai visto oggi? Non ha quasi mangiato, anzi sembrava che si addormentasse sul piatto. – L’ho […]

Era solo un pomeriggio d’estate


di Frank Cappelletti All’improvviso picchiò come un aereo da caccia, convinto di passare indenne davanti all’automobile in corsa, sicuro di tornare in alto sfruttando le correnti ascensionali generate dall’auto; ma come tutti i grandi calcoli statistici e delle probabilità, il caso ci mette lo zampino rovinando tutto. Una macchina ci […]

Stelle



3
di Frank Cappelletti Le persone infelici cercano, cercano sempre qualcosa altrove. Sette, community sono piene di disperati che provano a riempire la loro coscienza vuota attraverso una dottrina di pazzi. Guardano fuori dal loro cuore solo perché, – quando il coraggio di vivere svanisce, – allora l’anima sanguina e ha […]

Fino all’ultimo


di Frank Cappelletti “Pirla.” La parola rimbomba in testa, e mi irrita, non poco. Il barè mezzo vuoto, una cinese con altri due tizi blatera e ride. Il freddo continua ad attanagliare la città ma non è poi così glaciale per essere gennaio, butto giù un whisky per far strada […]

STRANA STORIA A KATMANDU


2
di Enzo Maria Lombardo La mia prima Lia, quando nacque, aveva, più o meno, sedici anni. Ed io l’aspettavo, ogni sera, in cima a un foglio bianco e, nell’attesa, c’era un’ansia sempre nuova, e, dal primo rigo un po’ incerto, la seguivo, con frasi sempre più lunghe e articolate, in […]

La nascita di Lia



2
di Frank Cappelletti Anziano. L’aggettivo mi rimbombava nelle orecchie facendomi sbandare dalla rabbia. “Io non sono un cazzo di anziano.” Dicevo tra me e me. Certo a 67 anni non ero di primo pelo ma a parte qualche acciacco, il cuore forte mi faceva andare fiero del mio essere, ma […]

Il regalo


di Frank Cappelletti Sono una donna. Normale, penso, attraente dicono, molto sexy sostengono, vogliosa e porca aggiungono. Ed è qui che mi incazzo, perché come possono arrivare a queste conclusioni lapidarie senza nemmeno conoscermi? Non vesto in maniera provocante, di solito tailleur che il lavoro e il dovere mi impongono, […]

Una Mano di poker


1
di Renzo Montagnoli Perché era andata a rovistare nella soffitta, fra ragnatele e vecchie cassapanche polverose? Maria se lo andava chiedendo, mentre buttava da un lato vecchi stracci, conservati senza un motivo, senza una logica. Forse era il tempo che non le mancava, le poche ore di sonno, la tediosità […]

La canzone di Maria



LA RISPOSTA di Enzo Maria Lombardo Un amore alla Delice, fabbrica di marmellate, confetture e affini Parte Prima Domenica, ore 4,15 La sveglia sul comodino segna le quattro e quindici e i numeri verdi non cambiano da un bel po’. Da quanto tempo sono le quattro e un quarto? Mi […]

LA RISPOSTA


La scomparsa di Heinrich Schneider di Anonimo (*) traduzione e revisione di Enzo Maria Lombardo I giornali del luogo accennarono (ma solo nelle pagine interne) a ipotesi di fuga o di suicidio ma Heinrich Schneider, mio compagno di scuola sin dalle elementari, scomparve il 21 di marzo di quest’anno mentre […]

La scomparsa di Heinrich Schneider


di Enzo Maria Lombardo Alberi spogli, tra i filari; nidi scoperti tra stecchi e foglie accartocciate, in attesa. I nostri passi leggeri sull’erba umida e sulle foglie marce sono senza storia, senz’ombra, quasi senza rumore. (Sulla strada in leggera salita un ciclista solitario fa udire il fruscio della catena: ma […]

Inverno



2
di Corrado S. Magro È il verso che, assieme ad altri due di Edmond Haraucourt, mi concedo la libertà di usare: “Si lascia qualcosa di se stesso, si lascia qualcosa che si ama!” La mia nobile Toyota che ha percorso quasi mezzo milione di chilometri, ha ben superato lo stress […]

Partir c’est mourir un peu!


di Serenella Menichetti Si chiamava Pasquale Smerigli, amava gli animali e pure i figli, mi piaceva l’idea che fosse vegetariano, lo sentivo sensibile, puro, rispettoso e umano. Disdegnava assolutamente qualsiasi elemento in pelle animale, per lui, solo fibra sintetica e vegetale. Me ne resi conto quando gettò nell’immondizia, peraltro senza […]

Cotto e mangiato


di Serenella Menichetti Infine calzò quelle incredibili scarpe rosse, comprate al mercatino dell’usato. Quella sera di plenilunio Anna e Marco si erano dati appuntamento davanti al ristorante la “Conchiglia” Una spigola al vapore con verdurine per Anna. Pasta allo scoglio e gamberoni per Marco. In basso sotto il tavolo le […]

Scarpette rosse



di Serenella Menichetti Quell’ odore acido possedeva artigli di tigre che raschiavano le pareti della gola. La notte si prospettava avara di astri. Accucciata in un angolo umido e freddo, mi abbracciavo con le mani le ginocchia. Il freddo con il suo alito gelido entrava in ogni cellula del mio […]

Claudio nome proprio di persona….


3
di Frank Cappelletti Stamattina sotto una pioggia torrenziale sono uscito a fare quattro passi, tanto per bagnarmi tutto e smadonnare un po’, a me fa bene al cuore! Mi rintano al solito bar, sono un abitudinario maniacale, caffè, giornale e cornetto poi una voce, mi sento chiamare. Myrna un’ amica […]

Myrna


di Enzo Maria Lombardo La luce dei lampioni si riflette morbida sull’acqua nera del canale. L’aria, immobile e tiepida, sembra avvolgere tutto in un manto di colori diversi. E quest’aria ha un odore diverso. Socchiudo gli occhi e quell’odore diventa ancora più forte, quasi metallico. Provo a inspirare piano ma […]

Odori