Pagina 69




Candido pagina 69 SEGUITO DELLE SCIAGURE DELLA VECCHIA « Stupita e lieta d’udire la lingua della mia patria, e non meno sorpresa delle parole proferite da quell’uomo, gli dissi che c’eran sventure maggiori di quella di cui si lagnava. In poche parole lo informai degli orrori che avevo patito, e […]

Pagina 69: Candido di Voltaire








Dieci piccoli indiani di Agatha Christie pagina 69 «Soffriva un po’ di reumatismi» rispose Rogers. «Nessun medico l’ha curata di recente?» «Medici?» Rogers sembrava meravigliato. «Da anni non chiamiamo un medico. Né io né lei.» «Non c’era motivo di credere che soffrisse di cuore?» «No, dottore. Che io sappia, no.» […]

Pagina69: Dieci piccoli indiani di Agatha Christie






Una questione privata pagina 69 UNA QUESTIONE PRIVATA 69 – Non mi ricordo. Qui più nessuno è normale. Solamente la pioggia è ancora normale. In realtà aveva pensato intensamente a «uno di quei quat¬tro» e certamente aveva finito col darvi voce. E continuava a pensarci, mentre dal cervello gli scendeva […]

Una questione privata di Beppe Fenoglio





Un lungo viaggio pagina 69 Adesso ha diciannove anni, non è più un bambino». «Diciannove o ventinove, non può parlarmi in quel modo. E per quale motivo? Che cosa ho fatto, a parte essere orgoglioso di lui?». Lo stupore dietro la rabbia era commovente e Dilnavaz avrebbe voluto consolarlo, aiutarlo […]

Un lungo viaggio di Rohinton Mistry



Natura morta con picchio pagina 69 … molti uomini d’affari, gran parte dei politici, tutti gli sbirri lo fanno — noi viviamo oltre lo spirito della legge. Quindi in un certo senso viviamo oltre la società. Se abbiamo uno scopo comune, esso consiste nel voltar le carte riguardo la natura […]

Natura morta con picchio di Tom Robbins



La fattoria degli animali pagina 69 …uno a mezz’aria e inchiodandolo al suolo. Il cane guaiva implorando pietà e gli altri due scapparono con la coda tra le gambe. Boxer guardò Napoleone per sapere se dovesse stritolare il cane o lasciarlo andare. Napoleone sembrò cambiare espressione e gli ordinò stizzosamente […]

La fattoria degli animali di George Orwell




Nessun cactus da queste parti pagina 69 Così adesso ero costretto a servirmi delle cabine pubbliche. Chiamai l’ometto baffuto ma nien¬te, il suo cellulare era irraggiungibile. Dunque era ufficiale: dovevo andare all’A.Vi.No.R. e metterci la faccia, per quanto brutta fosse. Sì, ma dove diavolo stava l’A.Vi.No.R.? Per ogni domanda c’era […]

Addio ragazzo di luce Per abbattere il muro dell’indifferenza pagina 69 In un brano di un’altra lettera, in un’altra situazione ancora, egli fa rife­rimento a un incontro con il destinatario dopo un lungo periodo durante il quale non si erano visti. Qui van Kilsdonk appare, forse inconsapevolmente e in modo […]

Addio ragazzo di luce di Jan Van Kilsdonk