Pagina 69: Candido di Voltaire


Candido
pagina 69

SEGUITO DELLE SCIAGURE DELLA VECCHIA

« Stupita e lieta d’udire la lingua della mia patria, e non meno sorpresa delle parole proferite da quell’uomo, gli dissi che c’eran sventure maggiori di quella di cui si lagnava. In poche parole lo informai degli orrori che avevo patito, e ricascai svenuta. Lui mi portò in una casa vicina, mi mise a letto, mi fece dar da mangiare, mi servì, mi consolò, mi carezzò, mi disse che non aveva mai visto niente di più bello di me e che mai aveva tanto rimpianto ciò che nessuno gli poteva rendere. “Sono nato a Napoli” mi disse; “dove si capponano due o tre mila bambini ogni anno; alcuni muoiono, altri acquistano una voce più bella di quella delle donne, altri vanno a governare qualche Stato (22). Mi fecero quell’operazione

(22) Allusione al celebre Farinello (Carlo Broschi), favorito di Filippo V e di Ferdinando VI, e che ebbe forte influenza sulla politica di quest’ultimo.

69

Titolo: Candido
Autore: Voltaire
Prezzo copertina: € 9.00
Editore: Einaudi
Collana: Einaudi tascabili. Classici
Data di Pubblicazione: maggio 2014
EAN: 9788806221997
ISBN: 880622199X

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *