BRAD MEHLDAU – Where do you start


mehldau-trio-where-do-you-startA cura di Giuseppe Maggioli

BRAD MEHLDAU – Where do you start- (Nonesuch).
Dopo l’eccentrico e visionario Ode, il pianista americano Brad Mehldau torna cin una nuova fatica (Where do you start) accompagnato dal suo creativo combo musicale formato da Larry Grenadier al contrabasso e Jeff Ballard alla batteria e percussioni. Il musicista stende su una tavola tutto il suo sapere sulla musica afroamericana e attinge ad un vasto repertorio prendendo spunto dal song-book di Hendrix, Chico Buarque, Sonny Rollins e da artisti indie pop come Sufjan Stevens. Il cd è una trasformazione sonora che include jazz moderno, hard bop futuristico e musica elettronica. Undici pezzi solidi, sicuri e molto gradevoli con stati d’animo diversi e contrastanti fra di loro; le belle immagini di Got me wrong, l’acustica Baby plays around, le improvvisazioni free di Airegin e le atmosfere urbane di Jam ce lo riportano su sentieri più contemporanei con musica raffinata e una ricerca per un suono perfetto quasi ossessivo. Un ascolto di grande effetto e una splendida mutazione musicale per una artista che nel nuovo millennio ha rigenerato con le sue molteplici performance l’unione tra sensibilità artistica, preparzione e ricerca musicale e la necessita di fare chiarezza sul nuovo jazz che verrà. Atmosfere coinvolgenti e ritmi mutabili.

Giuseppe Maggioli


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *