Albori notturni


poesia1

Albori notturni di Francesco Cossu
Tratta da: Trafigurazioni

Notte,
serva degli istinti,
padrona dell’effìmero,
gabbia delle stelle;

spirito soccorritore,
soffia via la tempesta
raggiungi il mio sogno.

Alba,
deserto delle tenebre,
oasi delle brume,
nunzio dell’aurora;

distingui l’amore,
ostaggio
tra gelide spire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *