AL BINARIO 7 LA BELLEZZA È VIRALE


31 maggioMartedì 31 maggio, il Teatro Binario 7 presenta il progetto artistico LA BELLEZZA RESTA.
e inaugura PaeSaggi Teatrali 2016

Martedì 31 maggio, alle ore 20.30,La Danza Immobile/Teatro Binario 7, cuore pulsante della vita culturale monzese, invita cittadini, stampa e istituzioni alla presentazione del nuovo progettoLa bellezza resta.che accompagnerà il Binario 7 nel corso della stagione 2016/2017, valorizzando il percorso che la Compagnia ha deciso di intraprendere verso la gestione dell’intero edificio. L’obiettivo è trasformare il Binario 7 in un Centro delle Arti,catalizzatore delle più importanti voci artistiche del settore culturale e sociale del territorio, un luogo capace di accogliere idee e diffondere emozioni.
Ed è proprio dalle emozioni che si è voluto iniziare ad intraprendere questo viaggio alla ricerca della bellezza intesa come inno alla vita e alle sue molteplici manifestazioni, cogliendo l’occasione per dare ufficialmente il via all’ottava rassegna de La Scuola Delle Arti PaeSaggi Teatrali. Si tratta di un ricco e variegato cartellone che coinvolge oltre seicentocinquanta allievi,adolescenti eadulti che si sono avvicinati per la prima volta al mondo teatrale affiancati dai più esperti che hanno condiviso con La Scuola Delle Arti un lungo percorso, pronti a raggiungere e contagiare il pubblico con la loro ondata di positività.
La bellezza resta.èun progetto molto ampio che intende proporre una riflessione sulla bellezza della vita interpretata attraverso discipline e situazioni differenti: dall’arte al teatro, dalla letteratura alla filosofia, dalla poesia alla musica, dal cibo alla fotografia, ricordando l’importanza della capacità di gioire, uno stato d’animo che ciascuno sarà libero di interpretare seguendo strade e percorsi differenti.
Il progetto ha il suo fulcro a Monza, presso ilTeatro Binario 7, e a Vimercate allo SpazioHeart, ma l’intento è quello di coinvolgere realtà diverse, per raccogliere l’attenzione di un pubblico che non sia solo quello degli addetti ai lavori e dei consueti fruitori di iniziative culturali, bensì stimolando un bacino sempre più variegato per età, interessi e provenienza, invitando Comuni ed Enti pubblici e privati ad accogliere e ospitare alcune iniziative.
Un modo originale di rendere virale la bellezza sul territorio della Brianza e non solo, per riflettere sugli aspetti gioiosi e positivi della vita, provando a non avere paura del “bello” e ricordandosi che «la sofferenza passa, la bellezza resta», parole che Pierre Auguste Renoir lascia in eredità a un giovane Henri Matisse in cerca, come tanti della sua generazione, di conferme dal vecchio maestro impressionista.
Una serata pensata per raccontare e condividere con il pubblico un progetto ambizioso che chiamerà a raccolta, tra ottobre e dicembre 2016, numerosi artisti ed eccellenze del nostro panorama culturale, contagiando la Brianza di bellezza.

CAPOFILA DEL PROGETTO
La Danza Immobile / Teatro Binario 7

La Danza Immobile/Teatro Binario 7 è una compagnia di produzione e diffusione teatrale diretta da Corrado Accordino che opera nel settore teatrale dal 1998.
Accanto all’incessante lavoro di produzione teatrale, dal 2001 al 2005 La Danza Immobile organizza le sue prime stagioni teatrali al Teatro Villoresi di Monza.
Dal 2005 alla Compagnia viene affidata la gestione e la programmazione del Teatro Binario 7 di Monza. La Danza Immobile è tra gli ideatori del Circuito Teatrale Monza e Brianza e del Progetto OpenTeatro, in collaborazione con la Provincia di Monza e della Brianza.
Dal 2008 al 2012 La Danza Immobile ha gestito il Teatro Filodrammatici di Milano, di cui Corrado Accordino è stato co-direttore artistico.
Nel 2011 Corrado Accordino è coordinatore artistico per il progetto Ph-Performing Heritage, l’evento diffuso del Distretto Culturale Evoluto di Monza.
Dal 2012 la Compagnia aderisce al progetto TLLT, Teatro Libero-Liberi Teatri, che coinvolge più realtà produttive nella cogestione del Teatro Libero di Milano. Corrado Accordino ricopre il ruolo di direttore artistico dal 2015.
Dal 2014 la compagnia cura la stagione teatrale Binario Duse e la stagione Bambini, andiamo a Teatro, di cui Corrado Accordino è direttore artistico, presso il Cineteatro Duse di Agrate Brianza.
Dal 2015 si aggiunge la direzione organizzativa della stagione Binario Nova presso il Teatro di Nova Milanese, con la direzione artistica di Stefano Cordella e Corrado Accordino.
Nel giugno del 2008 nasce una scuola di formazione per attori, La Scuola Delle Arti, in stretta sinergia progettuale con il Teatro Binario 7 di Monza.
Dall’inizio della sua attività, la Compagnia ha prodotto innumerevoli spettacoli di prosa con un’attenzione particolare alla rielaborazione drammaturgica di testi classici e contemporanei.
Autori di riferimento sono: William Shakespeare, Miguel de Cervantes, Fëdor Dostoevskij, Albert Camus, Omero, AmélieNothomb, Virginia Woolf, Ernest Hemingway, Raymond Carver, ma anche drammaturgie originali che indagano temi sensibili della nostra società.
Negli ultimi anni la compagnia ha deciso di intraprendere un percorso di formazione di nuovo pubblico occupandosi anche di teatro ragazzi e aprendosi alla sperimentazione di altri linguaggi.

PARTNER
Heart-pulsazioni culturali
Heart – pulsazioni culturali è un’associazione di promozione sociale, senza fine di lucro, che opera in ambito culturale a vari livelli: organizzazione di mostre ed esposizioni d’arte, concerti e performance live, spettacoli teatrali e cinematografici, corsi tematici per adulti e bambini, convegni, dibattiti, presentazioni e incontri, raccolta documentazione e realizzazione di materiale divulgativo quali libri e prodotti editoriali.
L’Associazione Heart – pulsazioni culturali è stata creata da un gruppo di persone già molto attive nella diffusione e divulgazione dell’arte e della cultura. I soci fondatori sono, infatti, tutti professionisti del settore o esperti d’arte, cultura e didattica che in più occasioni si sono occupati in prima persona dell’organizzazione di eventi ed esposizioni sul territorio di Milano e provincia. Insieme, ad esempio, hanno collaborato a progetti quali Qui, già, oltre(2009/2010) e Omaggio a Morlotti (2010) che, con una notevole serie di mostre, conferenze, spettacoli teatrali, momenti di incontro, hanno visto coinvolti numerosi comuni, enti pubblici, aziende private e associazioni culturali. Heart – spazio vivo è stato inaugurato al pubblico il 24 settembre 2011 e in quattro anni ha già organizzato e ospitato numerose iniziative di successo: dalla mostra Oltreluogo – da Gianni Colombo a Joseph Beuys (dedicata allo Studio Casati, storica galleria degli anni Settanta), alla mostra Glass in heart (straordinaria panoramica sul vetro d’artista dal Nouveauai nostri giorni), da Fotografia dell’identità (una collettiva di fotografi internazionali, curata da Roberto Mutti, a Antonio Saccabarozzi: la certezza del dubbio (un’antologica su due sedi dedicata al grande artista scomparso nel 2008), dall’importante antologica dedicata al futurista Luigi Russolo e alla musica del rumore, nella quale sono state esposti, oltre numerose incisioni e opere su tela, quattro moduli dell’Intonarumori provenienti dal MART di Rovereto, alle tre tappe del progetto L’Ossessione della normalità (la prima con una mostra con opere di de Pisis, Tancredi, Fraquelli e Zinelli, seguita poi da un’antologica di Gino Sandri e dalla serie sul manicomio di Novara firmata da Giovanni Sesia), nell’ambito di un progetto sul complesso rapporto tra arte e follia. Numerosi anche i progetti che hanno coinvolto altre realtà e altre sedi espositive: dal 2012, in occasione della Manifestazione Ville Aperte in Brianza, heart, con il Bice Bugatti Club di Nova Milanese e la Provincia di Monza e della Brianza, cura, organizza e promuove Tracce di contemporaneo: presenze di opere contemporanee nel percorso dell’evento. Quest’anno il progetto è diventato un evento di rilievo nell’ambito di MeetBrianzaExpo, con cinque mostre ambientate in altrettante ville di delizia della Brianza, che raccontano la storia dell’arte italiana attraverso le opere di proprietà delle collezioni private del territorio. Nel maggio 2012 l’AssociazioneHeart ha seguito Colori, progetto sul tema del colore nell’arte, che ha coinvolto numerosi comuni del territorio della provincia di Lecco, Monza e Brianza e Milano con mostre, conferenze ed eventi. Da febbraio a maggio del 2014 è stata la volta di Materie, una straordinaria panoramica su dieci sedi dedicata al rapporto tra scultore e materiale. Dieci mostre tematiche che hanno coinvolto più di 160 artisti di generazioni diverse, mettendo a confronto maestri ampiamente storicizzati a giovani emergenti. Nella prima metà del 2015 le attività di Heartsi sono concentrate sul progetto Elementi: cinque mostre in diverse sedi per raccontare gli elementi naturali e il filosofico quinto elemento. Il 2015 si è chiuso con Visivi, Dadamaino e Secomandi, un’importante retrospettiva dei due artisti. La prima mostra del 2016 è stata una monografica di Nanni Valentini.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *