Archivi giornalieri: Gennaio 7, 2015


A cura di Giuseppe Iannozzi Con “Il senso di una fine”, Julian Barnes ha consegnato alle stampe un Capolavoro assoluto a tutto favore della letteratura contemporanea, un romanzo febbrile in bilico fra “Madame Bovary” di Gustave Flaubert, “L’impazienza del cuore” di Stefan Zweig e “La caduta” di Albert Camus. «La […]

Julian Barnes – Il senso di una fine


Il ritratto di Dorian Gray pagina 69 «Bene, e quando andiamo?» «Vediamo un po’. Oggi è martedì; diciamo domani. Domani I farà Giulietta.» Benissimo. Alle otto al Bristol. Penso io a Basii.» «Harry, ti prego, non alle otto: alle sei e mezzo. Dobbiamo arrivare prima che si alzi il sipario. […]

Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde


A cura di Gordiano Lupi Fuga di cervelli è un film che vorremmo non aver visto, ma ora che il peggio è passato sentiamo il dovere morale di scriverne. Prima di tutto siamo di fronte a un remake dello spagnolo Fuga de cerebros di Fernando Gonzáles Molina, campione d’incassi nella […]

Fuga di cervelli di Paolo Ruffini




Il nonno che scriveva libri pagina 69 …domandavo questo e quello. Curiosamente non mi consigliava autori, né censurava quelli che meno lo interessavano o che meno stimava. Ascoltava quanto avevo da dire e rispondeva. Nessun veto, nessun pregiudizio. Ma il dibattito si estendeva a tutto, abbracciando articoli di giornale, programmi […]

Il nonno che scriveva libri di Simone Gambacorta




“È anni dopo, è quando tuo figlio (l’angelo inetto che ti faceva sentire dio perché lo nutrivi e lo proteggevi: e ti piaceva crederti potente e buono) si trasforma in un tuo simile, in un uomo, in una donna, insomma in uno come te, è allora che amarlo richiede le […]

Gli sdraiati